Bando per progetti di sostegno alle vittime di violenza e di reato

violenza-sugli-uomini La violenza, e in particolare quella di genere, è un problema troppo spesso sottovalutato nella nostra società e occorre agire in tutte le sedi per poterla combattere.

La DG Giustizia della Commissione europea ha pubblicato un invito a presentar proposte di azione per supportare le vittime di violenza e crimini. Il bando rientra nel quadro dei programmi “Giustizia” e “Diritti, uguaglianza e cittadinanza” ed è diviso in due filoni, quello Daphne, che si concentra sui servizi specializzati di assistenza per le donne, i giovani e i bambini vittime di violenza e per altre vittime di violenza domestica, e quello di accesso alla giustizia, la cui priorità è quella di contribuire all’applicazione della Direttiva 2012/29/UE sulle norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato.

Possono partecipare al presente bando tutte le organizzazioni pubbliche e private appartenenti agli Stati Membri UE. Il bando DAPHNE è trasnazionale ed è quindi obbligatorio partecipare con un partenariato composto da almeno 3 partecipanti appartenenti a 3 paesi eleggibili differenti. Per il bando relativo all’Accesso alla giustizia è invece possibile partecipare sia singolarmente sia in partenariato. I progetti dovrebbero essere “multi-agency” e vedere quindi il coinvolgimento di attori istituzionali, autorità governative a livello locale, regionale, nazionale e dovrà essere da loro presentata una lettera ufficiale di sostegno.

Il termine per presentare le proposte è il 10 febbraio 2015.

Ulteriori informazioni si possono trovare sul link istituzionale:

http://ec.europa.eu/justice/grants1/calls/just_2014_spob_ag_vict_en.htm