Bando Guardiani del Mare

 

mare

GUARDIANS OF THE SEA

obiettivo

Parte dell’Azione preparatoria GUARDIANI DEL MARE collegata alla politica marittima integrata e alla Politica comune della Pesca.

Favorire la riconversione delle flotte delle pesca e il riorientamento professionale dei pescatori e degli armatori in attività diverse dalla pesca, in particolare:

  • verificare la fattibilità di riconvertire professionalmente i pescatori utilizzando i pescherecci per attività diverse dalla pesca;

  • individuare e sviluppare soluzioni tecniche per la pulizia del mare;

  • identificare le condizioni economiche e i costi operativi dei pescherecci riconvertiti per operare come piattaforme per attività ambientali e marittime diverse dalla pesca e individuare modalità per il loro futuro finanziamento;

  • individuare le esigenze di formazione di pescatori e armatori, nonché i modi per farvi fronte e finanziarle;

  • sostenere la riduzione della capacità di pesca conformemente agli obiettivi della riforma della Politica comune della pesca, fornendo incentivi sia agli armatori sia ai pescatori per lasciare il settore e optare per la riconversione professionale

beneficiari

Autorità pubbliche nazionali, regionali e locali

Enti pubblici o semi-pubblici

Enti privati profit e no-profit

Centri di ricerca

Istituti d’istruzione

Altri enti interessati, come i Gruppi di Azione Locale della Pesca ai sensi del Regolamento CE 1198/2006

Proponenti e Partner (eventuali) devono essere stabiliti nelle regioni costiere dei seguenti Paesi: Cipro, Grecia, Malta, Italia, Croazia, Slovenia, Francia e Spagna.

azioni

1) Lavoro d’ufficio

  • analizzare la fattibilità tecnica ed economica di progetti in cui i pescatori impiegano la loro esperienza e competenza sul mare per condurre attività legate al mare ma diverse dalla pesca;

  • individuare e analizzare i costi di avvio e operativi necessari per un peschereccio e il suo equipaggio per svolgere le attività di cui sopra e individuare possibili fonti di finanziamento;

  • individuare le esigenze formative dei pescatori e degli armatori per svolgere queste attività e conseguire risultati positivi.

2) Attività operative in mare

Verificare la fattibilità di utilizzare un peschereccio riconvertito come piattaforma per attività marittime e ambientali diverse dalla pesca (per esempio il recupero di rifiuti marini, l’osservazione del mare e del suo ecosistema, la raccolta di attrezzature della pesca smarrite, l’erogazione di servizi per il turismo e il tempo libero, la raccolta di dati inerenti il mare, il monitoraggio delle aree marine protette, il monitoraggio degli indicatori ambientali, ecc.).

3) Prove fisiche e sperimentazione

Individuare e sviluppare soluzioni tecniche per la pulizia del mare.

4) Diffusione

Conferenze, seminari, attività di diffusione e sensibilizzazione relative alle attività precedenti.

contributo

Dotazione: 600.000 €

Contributo fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto e sarà compreso tra 200.000 € e € 300.000 €.

Numero previsto di progetti stanziati: 2 / 3

scadenze

09 gennaio 2015

A cura di Lorenzo Muller