BANDO COSME “CLUSTER GO INTERNATIONAL”

cosme Il bando, pensato per supportare l’internazionalizzazione dei cluster europei, ha l’obiettivo di rafforzare la collaborazione fra i cluster e le reti di imprese, sia a livello transfrontaliero, sia settoriale, e sostenere la creazione della European Strategic Cluster Partnership in settori di interesse strategico.

L’attività del bando è volta alla promozione dell’internazionalizzazione dei cluster nei quali i consorzi interessati possono sviluppare e attuare una strategia di internazionalizzazione congiunta e sostenere l’internazionalizzazione delle PMI verso Paesi Terzi extra UE.

Possono attuare l’azione promossa dal bando i Consorzi di organizzazioni di cluster e/o reti di imprese operanti nei paesi partecipanti al programma COSME interessati a organizzare e gestire uno European Strategic Cluster Partnership (ESCP).

Il partenariato deve essere composto da almeno tre cluster/reti di imprese indipendenti tra loro, di tre diversi Stati partecipanti. Ogni ESCP deve contribuire a facilitare l’internazionalizzazione delle PMI che ne fanno parte.

Gli Assi di intervento del bando sono:

  1. Sostegno ad azioni preparatorie per la creazione e la costruzione di ESCP: le attività devono contribuire a sviluppare una strategia congiunta di internazionalizzazione e una tabella di marcia per l’attuazione.

  2. Sostegno alla prima implementazione, il test e l’ulteriore sviluppo di ESCP: le attività devono contribuire a sviluppare attività concrete a sostegno della cooperazione con partner strategici in Paesi terzi.

Possono presentare proposte i cluster e le reti di imprese registrate (o in procinto di esserlo) sulla Piattaforma europea per la collaborazione fra cluster, riuniti in consorzi di almeno 3 cluster/reti di tre diversi Stati ammissibili.

La dotazione del bando è pari a 3.750.000,00 €.

Il cofinanziamento massimo dell’Ue sarà di 187.500,00 € per l’Asse 1 e di 450.000,00 € per l’Asse 2. Verranno finanziati circa 8 progetti per l’Asse 1 e 5 per l’Asse 2.

I progetti possono essere presentati entro il 31 marzo 2015.

A cura di Lorenzo Muller