PROTEZIONE CIVILE E INQUINAMENTO MARINO: BANDO 2015 PER PROGETTI DI PREPARAZIONE E DI PREVENZIONE

petrolio_spiaggia E’ aperto il Bando per azioni di Preparazione e di Prevenzione nel settore della Protezione civile e dell’inquinamento marino nel quadro del Meccanismo Unionale di Protezione civile.

I Paesi partecipanti sono i 28 Paesi UE, l’Islanda e la Norvegia. Questo bando è aperto anche ai Paesi terzi eleggibili, per i quali è previsto uno stanziamento di bilancio specifico.

Obiettivo del bando è realizzare progetti che supportino e completino gli sforzi dei Paesi partecipanti e dei Paesi terzi eleggibili nella prevenzione e preparazione nel settore della Protezione civile e dell’inquinamento marino.

Due sono le tipologie di progetto ammissibili: quelli di Prevenzione e di Preparazione.

I primi devono avere l’obiettivo di ottenere un più alto livello di protezione e resilienza contro i disastri attraverso la loro prevenzione o la riduzione dei loro effetti potenziali grazie al rafforzamento di una cultura di prevenzione e a una migliore cooperazione fra la protezione civile e altri servizi.

I secondi devono avere l’obiettivo di migliorare il livello di preparazione del sistema di protezione civile, sia del personale sia della popolazione.

I Progetti di Prevenzione possono essere:

-progetti concreti concentrati sulla “correzione degli errori” degli investimenti realizzati e sullo sviluppo e la verifica di strumenti e metodologie per il tracciamento degli investimenti resilienti;
-progetti pilota con capacità di replicazione concentrati sulla resilienza urbana ai disastri;

-progetti di cooperazione tecnica che hanno l’obiettivo di implementare le metodologie di governo finalizzate a sviluppare una valutazione multi-rischio dei rischi e della capacità di gestione e pianificazione dei potenziali rischi.

I Progetti di Preparazione riguardano invece:
-azioni volte migliorare la cooperazione per la protezione civile e l’inquinamento marino transfrontalieri;
-azioni volte a rinforzare la cooperazione nel quadro del Meccanismo unionale di protezione civile, che permetta agli Stati partecipanti di sviluppare, esercitarsi e registrare moduli multinazionali;
-azioni volte ad aumentare la preparazione degli Stati partecipanti nel ricevere assistenza internazionale nel contesto delle Linee guida UE sull’HNS (Host Nation Support).

Per entrambi i tipi di progetti il contributo comunitario copre fino al 75% dei costi ammissibili per un massimo di 800.000 euro.

Beneficiari del bando sono persone giuridiche pubbliche o private senza scopo di lucro e organizzazioni internazionali.

Per ciascuna categoria di azione sono stati stanziati 2.800.000 euro a titolo del bilancio UE per i Paesi partecipanti.

A questa cifra, si aggiungono 2.900.000 euro per l’azione esterna relativa ai Paesi terzi eleggibili.

Il bando scade l’8 aprile 2015.

Per informazioni:

http://ec.europa.eu/echo/en/funding-evaluations/financing-civil-protection/calls-for-proposal/2015-prevention-and-preparedness

A cura di Lorenzo Muller