Il Parlamento europeo fa sentire la sua voce sul Piano Juncker

Mercedes Bresso - Biografia Nelle ultime settimane ho seguito per il Gruppo dei socialisti e democratici il Parere sul Piano Juncker che è stato approvato oggi in Commissione Affari regionali (REGI) al Parlamento europeo. Si tratta di un documento che analizza il Piano dal punto di vista della Politica di coesione e regionale, attraverso il quale ho cercato di ribadire con forza che l’Unione europea dovrà sfruttare al meglio questa opportunità per rilanciare i fondamentali investimenti di cui ha bisogno per far ripartire la crescita. Sarà importante che i fondi del Piano Juncker siano coerenti con gli obiettivi della Strategia Europa 2020 per lo sviluppo sostenibile, intelligente e inclusivo e con tutte le altre opportunità di finanziamento a disposizione dei cittadini europei. Grazie agli sforzi compiuti insieme ai colleghi socialisti e democratici, siamo riusciti a riaffermare l’importanza della Politica di coesione quale strumento chiave per il raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020, ma sarà importante continuare a vigilare affinché i fondi già stanziati per questa Politica non siano toccati dal Piano Juncker: questo Piano deve essere uno strumento in più, aggiuntivo, e non deve togliere risorse alla coesione economica, sociale e territoriale dell’Unione europea. Inoltre, ho voluto fortemente che si facesse un passo in avanti nell’ambito della trasparenza, per questo abbiamo ottenuto che il Parlamento europeo sia adeguatamente informato su come i fondi del Piano Juncker saranno spesi, sui risultati ottenuti e sull’impatto verso le economie europee, oltre che richiedere che tutti questi dati siano resi pubblici ai cittadini. Continuerò a tenervi informati sugli sviluppi e sulle prossime iniziative.