IN APERTURA IL PRIMO BANDO DEL PROGRAMMA INTERREG MED

med-cap-horizontal_0-700x525

E’ prevista per il prossimo 1 settembre l’apertura del primo bando del Programma di cooperazione transnazionale INTERREG MED (Interreg V B – Mediterranean cooperation project), approvato il 2 giugno scorso dalla Commissione Europea. E’ quindi aperta la fase preparatoria ed è disponibile la documentazione relativa, e in particolare i Terms of reference, ai quali si aggiungeranno a breve il Manuale del programma e l’Application form.

La scadenza è fissata per il prossimo 2 novembre.

Il programma INTERREG MED riguarda complessivamente 57 regioni di 10 diversi Stati membri UE e 3 Paesi candidati (Albania, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro), che si affacciano sul Mediterraneo da nord, dalla Grecia alla Spagna meridionale e ad alcune regioni del Portogallo.

Per l’Italia sono ammissibili tutte le regioni eccetto il Trentino Alto Adige. Il suo obiettivo è di promuovere la crescita sostenibile nell’area mediterranea rafforzando idee e pratiche innovative e un uso ragionevole delle risorse e sostenendo contemporaneamente l’integrazione sociale attraverso un cooperazione integrata e basata sul territorio. Per realizzare tale obiettivo INTERREG MED finanzierà progetti che prevedono lo scambio di esperienze e conoscenze e il miglioramento delle politiche pubbliche fra autorità nazionali, regionali e locali e altri attori territoriali delle regioni che partecipano al programma.
Il programma presenta quattro assi di intervento e 7 obiettivi specifici (OS), che fanno riferimento alle 6 priorità d’investimento (PI) del programma (ex art. 5, Reg. 1301/2013):
ASSE 1. Promuovere le capacità  d’innovazione delle regioni MED per una crescita intelligente e sostenibile – Disponibilità 24,3 milioni di fondi FESR
ASSE 2. Favorire le strategie a basse emissione di carbonio e l’efficacia energetica in specifici territori Med: città, isole e territori remoti – Disponibilità 18,4 milioni di fondi FESR


ASSE 3. Proteggere e promuovere le risorse naturali e culturali del Mediterraneo – Disponibilità 25 milioni di Fondi FESR

ASSE 4. Rafforzare la governance mediterranea (questo asse non sarà aperto per il 1° bando)

I soggetti ammissibili a partecipare ai progetti sono: autorità pubbliche nazionali, regionali e locali, agenzie, università, organismi di ricerca,  istituti di formazione, operatori economici (comprese le PMI), centri di supporto alle imprese, associazioni, gruppi di interesse (comprese le ONG) e organizzazioni culturali e di cittadini.
progetti modulari (che sono una novità delle programmazione Interreg MED 2014-2020 e possono riguardare gli assi 1, 2, e 3) sono composti da uno o più moduli, che sono di tre tipi diversi: Studio,Verifica,Capitalizzazione.

L’11 novembre, dopo la chiusura del 1° bando per progetti modulari, si aprirà la fase di preparazione per il 2° bando relativo al programma INTERREG MED, riguardante i progetti orizzontali, che sono progetti coordinati dall’autorità di programma e hanno l’obiettivo di promuovere la comunicazione e capitalizzazione dei progetti modulari in un quadro comune finalizzato a illustrare il programma, nonché i progetti transnazionali stessi.

Il 22 settembre  per i potenziali proponenti è in programma un seminario di approfondimento dedicato a questa categoria di nuovi progetti.

Per maggiori informazioni:

http://interreg-med.eu/en/first-call-for-project-proposals/

 

A cura di Lorenzo Muller