Pubblicati i primi bandi Erasmus+ per il 2016

download Sono stati pubblicati i primi bandi per il 2016 del programma Erasmus+, a sostegno dei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport . La Commissione Ue ha annunciato lo stanziamento di 2,2 miliardi di euro per il 2016 nell’ambito del programma Erasmus +, destinato a circa 600 mila giovani europei per dare loro nuove opportunità di studio e di apprendistato all’estero. Inoltre, sarà assicurata a 200 mila insegnanti la possibilità di continuare il proprio sviluppo professionale.

1. Bando EACEA/32/2015 – Cooperazione con la società civile in materia di gioventù.

Mira è fornire un sostegno strutturale, denominato sovvenzione di funzionamento, alle organizzazioni non governative europee (ENGO) e alle reti dell’UE attive nel settore della gioventù, che perseguono gli obiettivi generali elencati qui di seguito: — sensibilizzare le parti interessate riguardo ai programmi politici europei in materia di gioventù, in particolare la strategia dell’UE per la gioventù, — rafforzare l’impegno delle parti interessate e intensificare la cooperazione con le autorità pubbliche per l’attuazione delle politiche e delle riforme nel settore della gioventù, come l’applicazione delle raccomandazioni specifiche per paese formulate nel quadro del Semestre europeo, — incoraggiare la partecipazione delle parti interessate nel settore della gioventù, — stimolare il coinvolgimento delle parti interessate nella divulgazione, fra i loro membri di appartenenza e oltre, delle azioni e dei risultati relativi alle politiche e ai programmi, nonché delle buone pratiche.
Tale sostegno finanziario potrà essere al massimo di 35.000  euro.
Le domande di sovvenzione devono essere presentate entro il 26 novembre 2015.
Per maggiori informazioni e documentazione:

https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/civil-society-cooperation-in-field-youth-eacea322015_en
2. Bando EACEA/41/2015 – Sostegno alle PMI che si impegnano in attività di apprendistato.
Il bando mira ad aumentare l’offerta di programmi di apprendistato che è una delle cinque priorità europee per l’IFP per il 2015-2020 e uno dei principali obiettivi nel quadro dell’alleanza europea per l’apprendistato.
Il bando è articolato in due lotti: il primo si rivolge a camere di commercio, industria e artigianato o organizzazioni settoriali/professionali simili, — imprese pubbliche o private, — enti che erogano IFP, — altre organizzazioni attive nel sostegno alle PMI nell’impegno a incrementare la propria offerta in materia di apprendistato. Il partenariato deve essere realizzato tra almeno due paesi ammissibili (uno dei quali deve essere un paese del programma Erasmus+). Il secondo lotto, invece, promuove progetti presentati da reti e organizzazioni europee per sostenere attività strategiche tra le loro organizzazioni ombrello a livello europeo e i loro membri o affiliati nazionali mirate al rafforzamento dell’offerta di apprendistato nelle PMI.
Il contributo UE potrà coprire fino all’80% dei costi ammissibili dei progetti selezionati e sarà compreso tra 300.000 e 600.000 euro per i progetti sul lotto 1 e tra 600.000 e 800.000 euro per i progetti sul lotto 2. Si prevede di finanziare 15 proposte: fino a 10 progetti per il lotto 1 e massimo 5 progetti per il lotto 2.
La scadenza del bando è 15 gennaio 2016.
Per maggiori informazioni e documentazione: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/support-for-policy-reform-support-for-small-and-medium-sized-enterprises-engaging-in-apprenticeships_en