Il Piemonte si attivi per non perdere il treno della strategia macroregionale alpina

CONVEGNO EUSALP Bene l’intesa firmata da Chiamparino con i Presidenti di Lombardia e Liguria per facilitare la cooperazione tra quelle che potrebbero essere le Regioni della macroregione del NordOvest, ma il Piemonte si attivi anche per non perdere il treno della strategia macroregionale alpina che ha fatto partire l’Unione Europea. L’accordo, che è stato siglato venerdì, nasce nell’ottica della costituzione di una “cabina di regia” in materia di infrastrutture e logistica.

Una visione, quella dei governatori della cosiddetta macroregione del NordOvest, che guarda nella direzione della quarta strategia macroregionale approvata dall’Unione Europea e che coinvolge ben 7 Regioni italiane: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia. Oltre che 7 stati europei: Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia, più due paesi terzi quali il Liechtenstein e la Svizzera.

Recentemente sono stata nominata relatrice per il Parlamento europeo per la strategia macroregionale alpina, si tratta di un’occasione importante per lo sviluppo del nostro territorio. Uno strumento di coesione, di politiche comunitarie per la montagna e per le zone interne, di opportunità di sviluppo sociale ed economico nelle Alpi, di organizzazione dei servizi e della riduzione del divario digitale, delle necessarie interazioni tra aree urbane e Terre Alte.

Il modello prevede una cooperazione più stretta tra regioni e paesi in materia di ricerca e innovazione, sostegno alle PMI, mobilità, turismo, tutela ambientale e gestione delle risorse energetiche. Gli ambiti di intervento fondamentali saranno: crescita economica e innovazione (attività di ricerca su prodotti e servizi specifici della regione alpina); connettività e mobilità (miglioramento della rete stradale e ferroviaria ed espansione dell’accesso a Internet via satellite nelle aree remote); ambiente ed energia (messa in comune delle risorse per salvaguardare l’ambiente e promuovere l’efficienza energetica nella regione).

Anche di questo si parlerà venerdì 18 dicembre a Torino durante il convegno “Eusalp – Regione unica al centro dell’Europa” durante il quale interverranno anche Alberto Valmaggia, assessore alla Montagna della Regione Piemonte; Gianclaudio Bressa, sottosegretario del ministero per gli Affari regionali e le Autonomie; Davide Gariglio, presidente del gruppo PD nel Consiglio regionale del Piemonte; Enrico Borghi, Presidente UNCEM e Presidente Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della montagna; Raffaele Gallo, Presidente Commissione Montagna del Consiglio regionale del Piemonte; Luca Mattiotti, funzionario Commissione Affari Regionali Parlamento europeo; Giorgio Ferraris, sindaco di Ormea e assessore Unione Montana Alta Val Tanaro; Lorenzo Muller, esperto di politiche comunitarie.

Il Convegno si terrà al Circolo dei Lettori in via Bogino 9 a Torino dalle ore 09.30 alle ore 13.00