Il Consiglio regionale faccia propria la strategia macroregionale alpina. La Regione faccia di EUSALP un punto di forza per la programmazione futura

eusalp Questa mattina si è tenuto un Consiglio regionale aperto dal tema: “EUSALP: la strategia macroregionale come opportunità irripetibile di sviluppo e coesione nell’ambito dell’area alpina“.

La strategia macroregionale è un quadro integrato sostenuto dal Consiglio europeo che coinvolge territori con trend demografici, sociali ed economici, culturali e linguistici differenti. L’obiettivo è quello di affrontare le sfide comuni traendo beneficio da una cooperazione rafforzata e contribuendo al raggiungimento della coesione economica, sociale e territoriale.

La strategia macroregionale alpina coinvolge ben 7 Regioni italiane: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia; e 7 stati europei: Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia, più due paesi terzi quali il  Liechtenstein e la Svizzera.

Gli ambiti di intervento fondamentali sono: crescita economica e innovazione (attività di ricerca su prodotti e servizi specifici della regione alpina); connettività e mobilità (miglioramento della rete stradale e ferroviaria ed espansione dell’accesso a Internet via satellite nelle aree remote); ambiente ed energia (messa in comune delle risorse per salvaguardare l’ambiente e promuovere l’efficienza energetica nella regione). La strategia macroregionale alpina è la quarta strategia macroregionale dell’Unione Europea e coinvolge oltre 70 milioni di cittadini.

«È importante che il Consiglio regionale del Piemonte si impadronisca della strategia macroregionale alpina EUSALP e la consideri come una propria priorità. Il sistema attuale affida agli Stati la governance del progetto, ma credo che sia necessario che in fase di realizzazione e investimenti questa venga lasciata agli enti regionali che devono cogliere l’importanza delle nuove esigenze economiche e ambientali dei territori. La potenzialità di questa strategia è enorme, ma diventa nulla se non vi è partecipazione degli enti pubblici locali. La Regione faccia di EUSALP un punto di forza per la programmazione futura e si impegni nella sua attuazione ancora di più rispetto a quel che ha fatto fino a oggi» – ha dichiarato Mercedes Bresso, eurodeputata per il gruppo S&D e relatrice della strategia macroregionale alpina per il Parlamento Europeo, intervenendo durante il Consiglio regionale aperto.