Premio “Corte dei conti europea” 2016 per la ricerca nel campo dell’audit del settore pubblico

Il “Premio Corte dei conti europea” 2016 è destinato a ricompensare accademici dell’UE per tesi frutto di studi teorici e/o empirici nell’ambito dell’audit del settore pubblico, in particolare nel contesto dell’Unione europea.

Gli studi possono riguardare:

– i metodi e i princìpi di audit;

– l’audit finanziario, l’audit di conformità e il controllo di gestione;

– l’audit delle finanze dell’UE;

– metodi di informativa;

– aspetti organizzativi e manageriali;

– l’audit interno e il controllo interno;

– la rendicontabilità del settore pubblico;

– l’audit unico;

– l’etica dell’audit;

– la valutazione e l’analisi dell’impatto;

– i rapporti fra le Istituzioni superiori di controllo e i parlamenti nazionali; e

– la governance dell’UE.

Possono concorrere al Premio tutti i laureati che abbiano presentato una tesi di laurea o di dottorato. L’esame orale deve essere stato sostenuto successivamente al 31 dicembre 2011. I candidati devono essere cittadini dell’Unione europea o aver completato una tesi presso un’università con sede nell’UE. La tesi di laurea o di dottorato non deve essere stata presentata nell’ambito di un Premio precedente della Corte dei conti europea.

Al vincitore (o ai vincitori) saranno assegnati in premio 5 000 euro.

Le candidature dovranno pervenire entro il 15 dicembre 2016.

Per ulteriori informazioni:

http://www.eca.europa.eu/it/Pages/ECA-Award-2016.aspx