Iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario: progetti di mobilitazione per volontari senior e junior dell’Unione europea a sostegno e integrazione dell’aiuto umanitario nei paesi terzi,

La Gazzetta ufficiale dell’Unione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte in merito all’ “Iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario: progetti di mobilitazione per volontari senior e junior dell’Unione europea a sostegno e integrazione dell’aiuto umanitario nei paesi terzi, con particolare riguardo al rafforzamento della capacità  e della resilienza delle comunità vulnerabili e colpite da catastrofi e delle organizzazioni incaricate dell’attuazione dei progetti“.

Il presente invito a presentare proposte è inteso a predisporre finanziamenti in favore di azioni volte alla mobilitazione di Volontari dell’Unione europea per l’aiuto umanitario a sostegno e integrazione di aiuti umanitari in paesi terzi nell’ambito di progetti incentrati sulla riduzione del rischio di catastrofi, sulla preparazione in caso di tali eventi e sul collegamento delle attività di soccorso, riabilitazione e sviluppo.

Con il presente invito, la Commissione europea prevede di ottenere i seguenti risultati:

  • mobilitazione di 525 volontari junior/senior in comunità vulnerabili e colpite da catastrofi in paesi terzi,
  • per i giovani professionisti, la possibilità di partecipare a un apprendistato nell’UE prima della mobilitazione,
  • opportunità di volontariato online a sostegno o integrazione delle attività di progetto,
  • sinergie e complementarità derivanti dai progetti finanziati nell’ambito di questo invito con operazioni finanziate dall’UE nell’ambito degli aiuti umanitari o della protezione civile nei rispettivi paesi/regioni.

Attività ammissibili:

Le attività a sostegno dell’attuazione dell’azione principale possono includere: posti di apprendistato per volontari junior in organizzazioni di invio dell’UE;  rafforzamento delle capacità di comunità vulnerabili e colpite da catastrofi e di organizzazioni locali;  rafforzamento delle capacità di organizzazioni di accoglienza; assistenza tecnica per le organizzazione di invio; attività volte a promuovere la partecipazione di volontari online e di volontari dipendenti di imprese per sostenere le azioni dei Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Le attività di progetto possono includere: informazione, comunicazione e sensibilizzazione del pubblico; analisi dei pericoli e dei rischi e allarme rapido; pianificazione della contingenza e preparazione alla risposta; protezione dei mezzi di sussistenza, dei beni e delle attività di soccorso su scala ridotta.

Le attività nell’ambito del rafforzamento delle capacità e dell’assistenza tecnica possono includere: attività di sviluppo/rafforzamento delle capacità; visite di studio/studio esplorativo per rifinire e finalizzare la valutazione delle necessità dell’azione; seminari e workshop; affiancamento sul lavoro; gemellaggi e scambio di personale; scambio di conoscenze, apprendimento organizzativo e buone prassi; visite di studio; attività per promuovere la creazione di partenariati; attività volte ad assistere organizzazioni impegnate nel rispetto degli standard umanitari di base; attività per rafforzare la cooperazione regionale; (solo per l’assistenza tecnica) coaching e mentoring a favore del personale retribuito e dei volontari chiave dell’organizzazione di invio; (solo per il rafforzamento delle capacità) corsi di formazione per formatori/guide/tutor/moltiplicatori dei paesi terzi; (solo per il rafforzamento delle capacità) visite di studio fino a tre mesi per personale retribuito o volontari chiave provenienti da paesi terzi che dovranno essere stanziati in organizzazioni partner/candidate dell’UE.

Il termine per la presentazione delle domande è 6 giugno 2017

 

Per ulteriori informazioni: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.C_.2017.067.01.0008.01.ITA&toc=OJ:C:2017:067:TOC