Approvato in prima lettura l’Atto Europeo sull’accessibilità ai disabili

Con 537 voti a favore, 12 contrari e 89 astensioni il Parlamento europeo ha approvato in prima lettura l’Atto Europeo sull’accessibilità ai disabili. Si tratta di un testo sul quale gli Stati membri dovranno esprimere il proprio parere e che poi dovrà discutere il Consiglio, ma che guarda ai Diritti di circa 80 milioni di cittadini.

È questo infatti il numero degli europei che godranno di un testo che mira a rendere prodotti e servizi accessibili alle persone con disabilità. Ma quali sono questi servizi? Prima di tutto quelli fondamentali come telefoni, biglietterie automatiche e servizi bancari, ma anche PC e sistemi operativi, televisori, e-book; mezzi di trasporto (compresi i trasporti pubblici urbani quali metropolitana, ferrovia, tram, filobus e autobus e i servizi connessi) e e-commerce.

Un risultato importante che è arrivato grazie al lavoro del gruppo S&D che ha creduto in questo testo. 

Ecco nel dettaglio cosa prevede il testo dell’Atto europeo di accessibilità

Il diritto europeo di accessibilità ha come obiettivo il miglioramento del funzionamento del mercato interno per i prodotti e servizi accessibili rimuovendo le barriere create dalla legislazione divergente. Ciò faciliterà l’attività delle imprese e porterà vantaggi per i disabili e gli anziani nell’UE.

Le imprese beneficeranno di:

  • norme comuni in materia di accessibilità nell’UE che portano alla riduzione dei costi;
    la negoziazione transfrontaliera più facile;
  • più opportunità di mercato per i loro prodotti e servizi accessibili;

I disabili e gli anziani beneficeranno di:

  • prodotti e servizi più accessibili sul mercato;
  • prodotti e servizi accessibili a prezzi più competitivi;
  • minori ostacoli all’accesso all’istruzione e al mercato del lavoro aperto;
  • più posti di lavoro disponibili in cui è necessaria un’esperienza di accessibilità;

Dopo aver consultato le parti interessate e gli esperti sull’accessibilità e tenendo conto degli obblighi derivanti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, è stato stilato un elenco di prodotti e servizi sui quali è necessario superare i divergenti requisiti di accessibilità dell’UE:

  • computer e sistemi operativi;
  • Bancomat, biglietti e check-in;
  • smartphone;
  • Apparecchiature televisive relative ai servizi televisivi digitali;
  • servizi di telefonia e attrezzature correlate;
  • servizi di media audiovisivi quali la trasmissione televisiva e le apparecchiature di consumo correlate;
  • servizi connessi con il trasporto di passeggeri in aereo, in autobus, in rotaia e in acqua;
  • servizi bancari;
  • e-book;
  • e-commerce;