Dopo la Brexit le liste transnazionali

Questa settimana tra le altre cose al Parlamento europeo abbiamo discusso della decisione che si dovrà assumere in relazione ai 73 seggi, attualmente occupati da eurodeputati britannici, che verranno lasciati liberi in seguito alla Brexit.

Ho deciso di presentare un emendamento, insieme ad altri colleghi del gruppo Socialista e Democratico, a favore di una lista transnazionale alle prossime elezioni europee. La riconfigurazione del Parlamento Europeo, in seguito alla Brexit, apre finalmente ad una possibilità concreta di consolidare il principio che sta alla base della cittadinanza europea.

Sono convinta che sia necessario e utile per la crescita del progetto europeo destinare una parte di quei seggi, 27 dei 73, a liste transnazionali. Ogni partito europeo potrà presentare una lista, una per ogni stato membro, che sarà guidata dal suo candidato alla Presidenza della Commissione. Questa mia iniziativa non nasce dal nulla ma da una proposta federalista accolta recentemente sia dal Governo italiano che dal Governo francese.

Di Brexit abbiamo parlato anche durante la seduta di martedì, affrontando altre sfumature. In questo video potrete ascoltare il mio intervento: