Per un’Europa eguale e sostenibile

La crisi economica ha generato società sempre più frammentate. Tra ricchi e poveri c’è sempre più distanza, e a trarne vantaggio sono stati i movimenti o i partiti populisti. Quelli che da dieci anni a questa parte stanno soffiando sul fuoco delle sofferenze dei cittadini europei con il solo scopo di accaparrarsi un voto in più.

Noi progressisti europei, invece, abbiamo lavorato con responsabilità per cercare una via di uscita che desse stabilità e sviluppo al nostro continente. Abbiamo messo davanti ai meri calcoli elettorali, il senso di responsabilità nei confronti della collettività. Adesso però è arrivato il momento di fare uno scatto in avanti. Dobbiamo pensare a quei bambini europei che vivono in stato di povertà o rischiano di diventarlo, a quei tanti giovani che non riescono a trovare un’occupazione che possa permettere loro di pensare al futuro con serenità e agli adulti e anziani che si sono caricati sulle spalle i sacrifici per uscire dalle difficoltà.

Come Socialisti e Democratici al Parlamento europeo ci stiamo mobilitando per rilanciare il progetto europeo pensando a un nuovo modello di sviluppo che sia sostenibile e che guardi all’uguaglianza. In una sola parola, una nuova visione progressista. Ed è questo l’obiettivo di “Progressive Society”, l’iniziativa patrocinata dal Gruppo S&D che è stata lanciata nel 2018 e che mi vede in prima linea insieme agli altri vicepresidenti del gruppo.

Con questo progetto stiamo lanciando un appello che mira a cambiare radicalmente l’Europa. Per raggiungere il nostro obiettivo abbiamo pensato a 100 proposte politiche che dovranno agire sul piano economico, sociale, ambientale e, ovviamente, politico. Tutto questo lo dobbiamo fare per fornire delle risposte chiare agli europei.

Riformare il capitalismo andando nella direzione della responsabilità d’impresa sul piano economico, sociale e ambientale; avviare un piano europeo efficace contro la povertà; lavorare per l’attuazione completa del pilastro dei diritti sociali entro il 2024; una profonda riforma della politica di coesione territoriale a vantaggio di tutti i territori. Queste sono solo alcune delle azioni previste per rilanciare il progetto europeo e lavorare tutti insieme per gli Stati Uniti d’Europa.

Un percorso solidale che crei benessere per tutti in un’Europa sostenibile.

Per maggiori informazioni:

https://www.progressivesociety.eu/publication/report-independent-commission-sustainable-equality-2019-2024

 

Per essere sempre aggiornati sull’Europa seguitemi

Newsletter:  www.mercedesbresso.it

su Telegram: https://telegram.me/mbresso

su Twitter: https://twitter.com/mercedesbresso

su Facebook: https://www.facebook.com/mercedesbresso/