Crisi Carige: il Parlamento europeo lavori per tutelare i correntisti

Sto osservando con molta attenzione la crisi della banca Carige di Genova. La situazione è molto complessa e il fatto che finisse in amministrazione controllata da parte della Banca Centrale Europea era un finale atteso. Due dei tre commissari nominati dalla BCE – Fabio Innocenzi e Pietro Modiano – hanno ricoperto ruoli importanti all’interno di Carige e questo è un chiaro segno di continuità.

Questa è una crisi lunga che dura da svariati anni e ha radici complesse. La sua soluzione non è semplice. Noi però abbiamo il dovere di lavorare per tutelare tutti coloro che dalla crisi di Carige potrebbero subire danni importanti come i dipendenti, i correntisti e il tessuto economico ligure che è fortemente legato a questa banca.

È evidente che il Parlamento europeo dovrà lavorare per tutelare i correntisti, i piccoli azionisti e gli interessi del territorio ligure, per la cui economia Carige è uno strumento molto importante. Il mio impegno andrà in questa direzione.

Per essere sempre aggiornati sull’Europa seguitemi

Newsletter:  www.mercedesbresso.it

su Telegram: https://telegram.me/mbresso

su Twitter: https://twitter.com/mercedesbresso

su Facebook: https://www.facebook.com/mercedesbresso/